ALLENAMENTO A GRUPPI A FERRAGOSTO

Squadra agli ordini di Mister Giampaolo a Milanello anche a FerragostoRossoneri al lavoro anche nella giornata di Ferragosto per una sessione mattutina d’allenamento divisa in due gruppi. Anche oggi presenti a Milanello Paolo Maldini e Frederic Massara. Il primo gruppo è sceso in campo alle 9.30 per iniziare il riscaldamento con alcuni esercizi di rapidità eseguiti tra gli ostacoli bassi e le sagome. 

A seguire spazio al pallone per una serie di esercitazioni tecniche, prima di dare spazio alla fase tattica eseguita su campo ridotto. Secondo gruppo in campo invece alle 10.30 per iniziare il riscaldamento, prima di seguire lo stesso programma tecnico e tattico del primo gruppo.

Stai cercando qualche maglie calcio AC Milan poco prezzo in generale? Acquista maglie calcio personalizzate online? Benvenuti nel negozio di replica online dove troverai maglie da calcio dell’ultima stagione 2018-2019 con molte novità e la gamma più completa con le migliori offerte sulle maglie da calcio economiche 2019/2020 per uomo, donna e bambino, maglie da calcio replica Maglie da calcio esatte ed economiche come quelle ufficiali o repliche di qualità tailandese.

FERRAGOSTO CON VISTA SU CESENA

Il Milan e il Ferragosto: a Milanello e dintorni

Il Ferragosto rossonero è collocato in calendario esattamente 10 giorni prima rispetto all’esordio in campionato a Udine. Per la squadra una giornata di festa e di passaggio verso Cesena, dove sabato 17 agosto alle 20.30 (in diretta su Milan TV) è in programma l’ultima amichevole estiva della squadra rossonera. Quella romagnola è una località facilmente raggiungibile da moltissimi tifosi che si trovano in questo momento in vacanza. Anello di congiunzione fra il Ferragosto, il Milan e il mare. I rossoneri, negli ultimi anni, hanno sostenuto amichevoli estive in città di mare ad esempio nell’agosto 2006 a La Coruna, nell’agosto 2009 a Lisbona contro il Benfica, nell’agosto 2011 a Malmoe, nel luglio 2013 a Valencia, nell’agosto di due anni fa a Catania contro il Betis.

Uno sguardo alle onde e poi in campo. Non sarà così questa volta, con la squadra al lavoro in questi giorni a Milanello. Nel centro sportivo rossonero, il Milan utilizzò i giorni di Ferragosto per fare una grigliata, sia nell’agosto 2013 che nell’agosto 2015. Nel primo caso, erano i giorni cruciali per la preparazione dell’andata dei playoff di Champions League contro il PSV Eindhoven.

Nell’agosto 2015, toccò invece a Gabriel Paletta offrire una grigliata a tutti i compagni di squadra, dopo il successo datato 17 agosto a San Siro in coppa Italia contro il Perugia (2-0). Il Ferragosto del 2019 è il primo in maglia rossonera non solo per il tecnico Giampaolo e per i cinque giocatori acquisiti fino ad oggi sul mercato, ma anche per Paqueta e Piatek. Un anno fa di questi tempi, Paqueta disputava le gare del Brasilerao con il suo Flamengo, mentre Piatek trovava tempo e modo per mettersi in luce con il Genoa, prima convincendo tutti nel ritiro di Neustift e poi segnando ben 4 reti il 12 agosto 2018 in Genoa-Lecce di coppa Italia.

Sia per il bomber polacco che per il nazionale brasiliano, questo Ferragosto è un momento utile per preparare al meglio prima Cesena-Milan e poi Udinese-Milan. Contro la squadra bianconera, Piątek ha fatto gol a San Siro ma mai sul terreno friulano da quando gioca in Italia. Mentre Paquetáfarà di tutto per dimenticare l’infortunio alla caviglia patito proprio contro l’Udinese, nel mese di aprile di quest’anno in una delle gare dell’ultima fase della stagione.

LE ROSSONERE SI PREPARANO PER LA WOMENS CUP

La formazione di Maurizio Ganz è a Hägendorf, in Svizzera: domani alle 17.30 la sfida al PSGParte oggi, a Ferragosto, l’avventura della Prima Squadra Femminile alla WomensCup 2019, torneo internazionale a cui partecipano, oltre al Milan, Paris-Saint Germain, Zurigo e Juventus. Dopo la prima amichevole di sabato scorso contro il Lugano, la squadra è partita questa mattina dal Centro Sportivo Vismara alla volta della Svizzera. Nel pomeriggio, alle 17.30, le rossonere sono scese subito sul campo della Raiffeisen Arena di Hägendorf, dove si giocheranno le gare in programma, per la prima sessione di allenamento in vista della partita di domani contro il PSG.

Poco prima della seduta spazio a una piccola sfida a basket 2vs2: Giacinti e Salvatori Rinaldicontro Zigic e il preparatore dei portieri Berretta. Subito dopo le ragazze sono state impegnate in una prima parte di risveglio muscolare e attività aerobica conclusasi con un torello. Nella seconda parte lavoro tattico sui movimenti offensivi e una partitella con esercitazioni sui calci piazzati.

Domani, venerdì 16 agosto, la squadra guidata da Maurizio Ganz incontrerà il PSG alle 17.30. Sabato il programma prevede allenamento sempre alla Raiffeisen Arena alle ore 17 prima della sfida di domenica che concluderà la competizione.

FRANCK E FRANCESCO: UNA SERA A CESENA

Rossoneri di ieri e rossoneri di oggi al Manuzzi per Cesena-Milan

Sabato alle 20.30 (diretta Milan TV) scenderanno in campo Cesena e Milan per l’ultimo test amichevole dei rossoneri prima dell’inizio del campionato. Sarà una festa estiva, con tanti tifosi presenti in Romagna per motivi turistici e balneari. In campo si farà sul serio, per oliare ulteriormente i meccanismi in vista delle prossime gare ufficiali. Il Milan trova un Cesena di buon umore: i bianconeri sono tornati in Serie C dopo aver vinto nettamente il campionato di D e sono reduci da un’ottima Coppa Italia di categoria, con i successi nei Derby su Rimini e Vis Pesaro.

Dal canto suo, il Milan gioca per la prima volta una amichevole in Italia in una estate che sta avvicinando i rossoneri ai confronti di campionato con Udinese e Brescia. Sarà una serata particolare per due protagonisti della serata, a testimonianza degli storici intrecci di mercato fra Milan e Cesena. I trascorsi cesenati di Arrigo Sacchi sono oramai Storia, così come il passaggio di Massimo Ambrosini dai bianconeri romagnoli al Milan nell’estate 1995. «Ambro» arrivò al Milan nella stessa estate di Tomas Locatelli, proveniente dall’Atalanta. Le due carriere, come ben sanno i tifosi rossoneri, si sono poi sviluppate diversamente.

Franck Kessié non è passato direttamente dal Cesena al Milan, visto che dai bianconeri era stato precedentemente prelevato dall’Atalanta. Ma il centrocampista ivoriano conserva ottimi ricordi della Romagna, come ha più volte confermato il suo ds dell’epoca, Rino Foschi. Kessié è stato punto di forza del Cesena nella stagione 2015/2016, quando la formazione bianconera totalizzò ben 68 punti in Serie B arrivando a disputare i playoff. Per il giocatore rossonero sarà un piacere incontrare e salutare tanti tifosi e tante persone dell’ambiente.

Quella rossonera è invece una società molto diversa da quella in cui militò, vincendo 2 Scudetti e 1 Supercoppa italiana, Francesco Antonioli, oggi preparatore dei portieri del Cesena. Di quel Milan, Antonioli ritroverà a livello dirigenziale solo e in particolare Paolo Maldini. Antonioli passò dal Milan al Cesena durante la stagione 1989-90, mentre quando lasciò definitivamente Milanello nell’estate 1993 iniziò un giro d’Italia che lo portò a Pisa, Reggio Emilia, Bologna due volte, Roma, Sampdoria e quindi ancora a Cesena. L’ex portiere milanista svolgeva già la sua attività di istruttore dei portieri a Cesena, nell’anno di militanza di Kessié in maglia bianconera.

CESENA-MILAN: PRESENTI KESSIÉ E DUARTE

Sono 23 i rossoneri convocati per l’amichevole all’Orogel Stadium Dino Manuzzi

Mister Giampaolo, a Milanello, ha diramato l’elenco dei convocati per Cesena-Milan, ultima amichevole di questo pre-campionato in programma sabato 17 agosto alle 20.30 all’Orogel Stadium Dino Manuzzi. Sono 23 i giocatori a disposizione di Mister Giampaolo, compresi Kessié e Duarte. Ecco la lista completa:

PORTIERI
Donnarumma A., Donnarumma G., Soncin.

DIFENSORI
Calabria, Conti, Duarte, Gabbia, Musacchio, Rodríguez, Romagnoli, Strinić.

CENTROCAMPISTI
Biglia, Brescianini, Çalhanoğlu, Kessié, Maldini, Mionić, Paquetá.

ATTACCANTI
Borini, Castillejo, Piątek, André Silva, Suso.

DA BARESI A ROMAGNOLI: UNA FASCIA GIOVANE

L’età del capitano: secondo anno consecutivo con la fascia per il classe ’95 Alessio

Alle porte della prima amichevole in terra italiana dei rossoneri a Cesena e a poco più di una settimana dall’inizio del campionato, Lega Serie A sui propri social e in particolare su Instagram ha pubblicato una foto di Alessio Romagnoli, sottolineando che il nativo di Anzio è il più giovane capitano del Milan dal post-Baresi. Si tratta di una traiettoria di 37 anni da quando, nel 1982, dopo Gianni Rivera, dopo Alberto Bigon e dopo Aldo Maldera, era diventato capitano Franco Baresi. Fino ad oggi, con Alessio Romagnoli capitano dopo le esperienze di Riccardo Montolivo e Leonardo Bonucci.

A sua volta Paolo Maldini era diventato il capitano rossonero dopo l’addio di Franco Baresinell’estate del 1997. All’età di 29 anni il terzino sinistro aveva preso la fascia di capitano che era stata di suo padre Cesare e per 12 anni l’ha portata sul braccio fino al 31 maggio 2009, giorno di Fiorentina-Milan allo stadio Franchi di Firenze. Con Paolo si è conclusa l’era dei capitani storici (Liedholm, Cesare Maldini, Gianni Rivera, Franco Baresi e Paolo Maldini) ed è iniziata una serie di esperienze di altro tipo, maturate all’interno della rosa milanista di stagione in stagione.

Nella prima gara giocata senza Paolo Maldini dopo il suo ritiro dal calcio giocato, il 22 agosto 2009 a Siena con una vittoria per 2-1 da parte del Diavolo, il capitano era Rino Gattuso. Ma la fascia era passata a Massimo Ambrosini, arrivato al Milan nell’estate 1995, esattamente quattro anni prima rispetto all’arrivo di Ringhio. Diventato capitano a 32 anni, «Ambro», nel post-Baresi, è stato il capitano più anziano ad esibire la fascia di capitano del Milan dal 1982 in poi.

L’anno solare 2012 è stato quello del passaggio di consegne, con Ambrosini che passa alla Fiorentina e con Montolivo che diventa capitano dei rossoneri dal novembre dello stesso anno, quando porta la fascia in occasione di Milan-Juve 1-0. Durante i periodi di infortunio di «Monto», la fascia è toccata anche ad Abate, De Sciglio, Zapata e altri giocatori. Nell’estate 2018, le due fasi contestuali del rinnovo contrattuale di Romagnoli e del ritorno di Bonucci alla Juve hanno consegnato la fascia al braccio del giovane rossonero nato nel 1995. Romagnoli si ritrova così alle porte della sua quinta stagione nel Milan, la seconda da capitano.

Un negozio online di maglie calcio shop. Troverai tutte le magliette personalizzate e gli abiti da allenamento di tutti maglie calcio AC Milan personalizzate

MILAN, ESORDIO AMARO ALLA WOMENSCUP

PSG troppo superiore: 6-0 ad Hägendorf. Domenica la finalina per il terzo posto

Era un test difficilissimo, di fronte c’era una squadra molto forte, fisica e anche più avanti nella condizione, visto che la prossima settimana inizierà già la sua Division 1. E il campo ha confermato le previsioni: il PSG, nella gara d’esordio della WomensCup 2019 alla Raiffeisen Arena di Hägendorf, ha dimostrato di essere superiore per qualità. Punteggio mai in discussione, con le francesi in generale padrone del gioco e in particolare capaci di segnare sei gol. Le rossonere possono consolarsi per averci messo la grinta, senza mai mollare, potendosi confrontare con un avversario di livello europeo, più volte arrivato in Finale di Champions League. Per Mister Ganz, che ha schierato tutte le giocatrici a disposizione nell’arco dell’amichevole, sono comunque arrivate indicazioni importanti in questa estate di lavoro in vista della nuova stagione. Adesso non è finita perché il Milan rimarrà in Svizzera, dove domenica 18 agosto alle 11.00 sfiderà la perdente di Zurigo-Juve nella finale per il terzo posto.

GUARDA: LA GALLERY DI MILAN-PARIS SAINT-GERMAIN

LA CRONACA
Dopo una prima fase intensa ma senza occasioni, a parte un tiro avversario in avvio vicino al palo, al 15′ il PSG passa in vantaggio: Hovland, su un cross teso dalla destra, devia il pallone ma lo mette nella propria porta. Al 25′ si fa vedere Giacinti, che dopo un errore avversario nel retropassaggio vola verso la porta e calcia di poco a lato. Al 28′ arriva il raddoppio: Morroni vince un rimpallo e serve Nadim, che da sola in area piccola batte Korenciova. Al 38′ Maria è brava a respingere in tuffo la botta di Diani. Al 44′, però, Diani riesce a segnare grazie a un destro rasoterra dal limite. Nella ripresa non cambia il copione della gara. Al 57′ Diani fa doppietta dopo un’azione di forza sottomisura. Le rossonere non mollano anche se faticano a creare pericoli in attacco, a differenza delle francesi che ci riprova al 70′ con un tentativo alto. All’86′ e all’87′ peggiora il passivo, gioie anche per Baltimore (mancino in diagonale) e Zamanian (punizione deviata in maniera decisiva dalla barriera).

IL TABELLINO

MILAN-PARIS SAINT-GERMAIN 0-6

MILAN (4-3-3): Korenciova (1’st Piazza) (40’st Zanzi); Rizza, Hovland, Mendes (19’st Vitale), Tucceri Cimini (32’st Coda); Heroum, Fusetti (38’st Bellucci), Čonč (40’st Manieri); Zigic (23’st Rinaldi), Giacinti (38’st Tamborini), Bergamaschi. All.: Ganz.

PARIS SAINT-GERMAIN (4-3-3): Kiedrzynek; Paredes (19’st Cook), Dudek (32’st Lawrence), Morroni, Glas; Formiga (19’st Diallo), Geyoro (40’st Khelifi), Dabritz (32’st Zamanian); Diani (19’st Huitema), Nadim (1’st Saevik), Katoto (40’st Baltimore). A disp: Endler. All.: Echouafni.

Arbitro: Schmölzer.
Gol: 15′ aut. Hovland (P), 28′ Nadim (P), 44′ e 12’st Diani (P), 41’st Baltimore (P), 42’st Zamanian (P).

IL ROSSO E IL NERO TRA I COLORI DELL’ESTATE

Romeo e Cruz Beckham con la maglia del Milan, ma non solo…

Anche il rossonero tra i colori dell’estate. È stato così il giorno del raduno a Milanello: era il 9 luglio e il corteo dei tifosi milanisti raggiungeva la squadra all’ingresso del centro sportivo rossonero, con striscioni e bandiere, per i cori di incitamento e i saluti di inizio stagione. Poi c’è stata la tournée americana con le maglie del Milan indossate dai tifosi sugli spalti degli stadi USA, soprattutto quindi a Kansas City e a Foxborough contro Bayern Monaco e Benfica. Se ne sono viste meno a Cardiff, ma in quel caso il fattore-campo a favore dei tifosi del Manchester United era molto più marcato.

C’è stata poi l’invasione dei tifosi milanisti in Kosovo, con il Milan club locale e quello albanese che hanno colorato la città di Pristina lo scorso 10 agosto. C’era Paolo Maldini, c’erano Baresi e Massaro, c’era la Coppa dei Campioni. E c’erano tante decine di innamorati dei colori rossoneri davanti all’albergo del ritiro pre-partita con il Feronikeli. Poi allo stadio, pur senza il tutto esaurito, era gremito lo spicchio di Curva rossonero, ma erano anche presenti tifosi del Milan albanesi e kosovari in tribuna: indossavano maglie rossonere di tutte le annate possibili, dalla divisa 2000-01 a quella della nuova stagione 2019-20.

Hanno fatto notizia, poi, i figli di David Beckham. Rossonero dal gennaio al maggio 2008 e dal gennaio al marzo 2009 quando si fermò per l’infortunio al tendine d’Achille, il popolare Becks non ha mai omesso di dichiarare, in nessuna delle interviste sulla sua carriera, quanto il rossonero gli sia rimasto nel cuore. Se ne è avuta conferma quando la famiglia Beckham è stata fotografata a spasso per il centro storico di Firenze. La nota coppia, Victoria ex Spice Girls e lui fuoriclasse della Nazionale inglese, hanno scelto l’Italia per le loro vacanze estive.

A salire agli onori delle cronache gli scatti di papà David a spasso con i due figli Romeo e Cruz, entrambi in casacca rossonera, colori che l’ex centrocampista ha indossato anche nell’ultima partita di Maldini, Kaká e Ancelotti proprio a Firenze: 31 maggio 2009, Fiorentina-Milan 0-2. Quel pomeriggio Becks venne sostituito da Gattuso, con cui ha conservato nel tempo ottimi rapporti, a nove minuti dalla fine della gara. Sui social non sono poi certo mancate foto di tifosi rossoneri che ritraggono i loro figli in spiaggia, nel cuore di questa estate, sia con la sciarpa che con la maglia rossonera. Bravi, così si fa.

UNA VITTORIA PER CHIUDERE LA WOMENSCUP

Le Rossonere battono 3-2 lo Zurigo e chiudono al terzo posto la WomensCupUna vittoria era ciò che serviva. Le Rossonere di Mister Maurizio Ganz escono dalla WomensCupcon un successo per 3-2 sullo Zurigo, che vale il terzo posto conclusivo. Il punteggio finale racconta in modo poco esaustivo quella che è stata la prestazione convincente delle ragazze di Mister Ganz, in vantaggio di tre reti fino a pochi minuti dal termine, prima del calo. Dopo la pesante sconfitta subita per mano del PSG, ecco la pronta reazione delle Rossonere in un test di livello contro una formazione come lo Zurigo: una positiva iniezione di fiducia in un torneo internazionale che alle ragazze è servito per crescere e per confrontarsi con realtà di alto livello. Mentre Mister Ganz è riuscito a dare minuti a quasi tutte le sue giocatrici a disposizione.LA CRONACA
Il Milan parte subito forte, trovando il vantaggio dopo soli 8 minuti grazie a Valentina Giacinti: su assist di Zigic, il capitano controlla e di destro batte il portiere avversario Kaspar. Al 12′ arriva il raddoppio rossonero grazie a Nora Heroum, che da due passi, su azione di corner, devia in rete il 2-0. Dopo l’inizio sprint, il Milan rallenta un po’ il passo e Korenciova è brava a dire di no al 33′ sul tentativo dello Zurigo di rientrare nel match. Nella ripresa, le Rossonere hanno mantenuto costantemente il controllo del match trovando anche il gol del 3-0: al 62′ Valentina Bergamaschi è bravissima a ruvare palla a metà campo e a involarsi da sola verso la porta, insaccando di sinistro dopo aver resistito al rientro avversario. Dopo la consueta girandola di cambi, da una parte e dall’altra, lo Zurigo ha approfittato di un calo per rimettersi improvvisamente in partita. Le reti di Andrade all’86’ e Humm al 90′ non sono però bastate alla formazione svizzera per cambiare l’esito del match.

MILAN TV: IN DIRETTA DA MILANELLO E DA UDINE

Conferenze, allenamenti, vigilia e allo stadio: Milan TV sempre con la squadra

LIVE DA MILANELLO
Martedì 20 agosto alle 12.00 Milan TV sarà in diretta per la conferenza stampa di presentazione di BennacerDuarte e Leão. In collegamento live dalla sala conferenze del Centro sportivo rossonero di Milanello.

MILANELLO DAILY
Con la ripresa del lavoro a Milanello dopo la trasferta in Romagna, tornano ad essere proposti sul Club Channel del Milan gli allenamenti della squadra. A seconda dell’orario di inizio seduta, i filmati vengono proposti a partire dal tardo pomeriggio o dalla prima serata.

UDINESE-MILAN STORY
Le sfide delle ultime stagioni tra Udinese e Milan caratterizzate dai gol di Suso e Romagnoli, ma non solo. Durante la settimana di palinsesto di Milan TV, sarà in onda anche il precedente fra Udinese e Milan dell’aprile 1999.

LIVE & PRESS DEL SABATO
Live e in esclusiva da Milanello: il Club channel rossonero proporrà ai propri abbonati la conferenza stampa di Marco Giampaolo sabato 24 agosto, in diretta dal Centro sportivo milanista.

RIECCO GIORGIA
Ancora Giorgia Palmas con noi e con voi, da domenica 25 agosto alle 16.30. La nota conduttrice tv guiderà il Pre e il Post partita del Matchday Udinese-Milan, in costante collegamento con lo stadio friulano per anticipazioni, commenti e interviste.