MILAN BEFFATO NEL DERBY: 4-2 INTER

Da 0-2 a 4-2, a San Siro i rossoneri vengono rimontati nella ripresa

Mastica molto amaro il Milan nel Derby, perso 4-2 dopo essere stato in doppio vantaggio (2-0). Una rimonta che sa di beffa, non può essere altrimenti, visto il primo tempo di grande livello giocato. Decisivo, in negativo, soprattutto l’avvio di ripresa, nella quale l’Inter ha rimontato fino al pareggio nel giro di pochi secondi. A San Siro i gol di Brozovic, Vecino, De Vrij e Lukaku hanno sorpassato quelli di Rebic e Ibrahimović. La prestazione della squadra è stata ottima almeno per metà gara, ma nella seconda frazione i rossoneri hanno perso lucidità e convinzione, subendo troppo. Peccato, è stata un‘enorme occasione persa per rilanciarsi davvero in campionato. Servirà fare mea culpa, ripensare agli errori commessi e continuare a lavorare per crescere. Archiviata la 23° giornata di Serie A, il Diavolo rimane fermo a quota 32 punti in classifica. Adesso ci sarà di nuovo spazio alla Coppa Italia: giovedì 13, alle 20.45, a San Siro arriverà la Juve nell’andata della Semifinale. Vietato mollare.

LA CRONACA
Partenza feroce dei rossoneri, che al 9′ sfiorano il vantaggio: il destro di Çalhanoğlu, rasoterra e a incrociare, colpisce in pieno il palo. Reazione dei nerazzurri: al 19′ Godin svetta sugli sviluppi di un angolo mandando a lato di poco; al 24′ Donnarumma para il tiro di Vecino da distanza ravvicinata. La sfida è aperta, accesa. Nel finale di primo tempo il Diavolo si scatena: al 40′, dopo la sponda aerea di Ibrahimović, Padelli esce a vuoto e Rebić appoggia in rete; al 46′, dopo il cross di Kessie, Ibra di testa batte ancora il portiere. Inizio di ripresa micidiale dell’Inter: al 51′ Brozovic accorcia le distanze con un sinistro al volo dal limite all’angolino; al 53′ Vecino pareggia con una girata in area su assist di Sanchez. Diavolo che non solo non riesce più a reagire ma che poi crolla: al 70′ De Vrij incorna in torsione e batte Gigio; al 93′ Lukaku schiaccia in rete su cross di Moses. Nel mezzo, traversa di Eriksen su punizione e palo di Zlatan sottomisura.

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *